Gli ultimi dati emessi da Banca d’Italia lasciano i tassi d’interesse medi per i mutui d’acquisto abitazione nel mese di novembre 2012 sostanzialmente invariati, 4,05%, rispetto al mese precedente (4,06%), mentre diminuscono quelli per il credito al consume sempre in riferimento agli stessi periodi, passando dal 9,65% al 9,49%.

Intanto però una recente ricerca effettuata dal noto quotidiano economico Sole 24 Ore, riporta che i nostri concittadini pagano molto di più in termini d’interessi quando si tratta di mutui ipotecari, rispetto ai loro vicini dell’eurozona.

Infatti noi siamo al 4,05%, come su detto, memntre la Germania è al 2,92%, la Spagna, che pure come noi non gode di buona salute economicamente parlando, è al 3,06% ed in Austria siamo al 2,97%.

Tutta colpa degli spread salati che le nostre banche, nonostante il normalizzarsi della situazione sui mercati interbancari oggi il differenziale spread scende in zona 270, continuano a farci pagare.

bilancia_300p250_MOL