Ormai è dal 2008 che si registra in ambito italiano ed europeo, con le dovute eccezioni, un’andamento depresso del mercato immobiliare che però, stando ad un’analisi svolta dalla nota agenzia di rating Standard & Poor’s, potrebbe trovare la sua fine con l’anno 2014.

Per tutto il 2013 la situazione sarà ancora la medesima e si sentirà forte la recessione, anche se si parla già nell’anno in corso di un’ulteriore variazione negativa sul settore immobiliare ma meno significativa rispetto ai nostri vicini europei, mentre per il 2014 il trend èpotrebbe tornare ad avere segno positivo.

Certo è che se non varieranno anche le condizioni di accesso al credito sarà sicuramente difficile che i prezzi tornino a salire; attualmente come riporta l’Istat, nel 2012 si è registrata una discesa delle quotazioni che nel terzo trimestre ha segnato -5,4% (immobili usati) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

bilancia_300p250_MOL