Prorogato al 31 dicembre corrente anno il termine ultimo per presentare domanda nell’ambito del Piano casa nella regione Toscana, viene inoltre evitata l’attesa di trenta giorni per i controlli preventivi delle amministrazioni e si potranno inziare i lavori nello stesso giorno della richiesta come prescrive la normativa sulla Scia; tutto questo è contenuto nella legge 77/2012 pubblicata nel bollettino ufficiale della regione numero 74 del 27 dicembre 2012.

Non cambia nulla in termini di contenuti della legge, rimangono infatti invariate le percentuali di ampliamento fissate al 20% della superficie utile lorda e comunque entro un tetto massimo di 70 metri quadrati; per le operazioni di demolizione e ricostruzione sono ammessi ampliamenti fino al 35% sempre dell’utile lordo, mentre in entrambi i casi su detti sono ammessi aumenti di altezza dell’edificio.

Infine vengono esclusi i cambiamenti di destinazione d’uso dei locali residenziali abitativi nell’ambito delle demolizioni e ricostruzione, mentre sarà possibile effettuare il cambio d’uso partendo da altra destinazione che non sia abitativa, solo nel caso in cui tali interventi siano permessi dalle norme comunali.