Dopo la prima riunione del consiglio direttivo della Bce che ha lasciato il costo del denaro invariato allo 0,75%, e con l’euribor e l’irs ancora su livelli a dir poco bassi, vediamo cosa ci offre il mercato dei mutui casa in questo primo mese del 2013, dopo che l’anno passato si è chiuso con un drammatico calo delle erogazioni alle famiglie.

Prima di entrare nel merito dei tassi d’interesse dei singoli prodotti ricordiamo che ancora oggi si registrano notevoli difficoltà di accesso al credito e che tali tassi, se pur non così elevati, sono più onerosi della media europea, anche di quei paesi che soffrono di più la crisi, come la Spagna.

Prenderemo in considerazione un finaziamento medio di 120 mila euro da rimborsare in 20 anni mettendo sotto la lente i costi sia del tasso fisso che dei variabili puri euribor e bce tralasciando prodotti come il cap rate o quello a rata costante. Il nostro confronto sarà sulla base dei dati forniti dalla Mutuisupermarket noto broker del web che dispone dei principali istituti operanti sul nostro territorio.

Il tasso fisso

Questo tipo di mutuo è sopratutto indicato per chi non ama le brutte sorprese e vuole dormire sonni tranquilli, attualmente costa di più del variabile ma saremo sicuri della rata per tutta la durata del contratto; questi i migliori prodotti:

  • Webank Taeg 5,38%
  • Bnl Taeg 5,81%
  • Cariparma Taeg 5,84%

Variabile Euribor

Qui il riparmio, almeno nell’immediato, si fa piuttosto cospicuo e nell’ordine di una media del 2% rispetto ai costi di cui sopra, ma si tratta di finanziamenti adatti solo a coloro che sono propensi al rischio di eventuali oscillazioni; di segutio i costi:

  • Bnl Taeg 3,21% Euribor 1 mese
  • Webank Taeg 3,28% Euribor 3 mesi
  • Ing Direct Taeg 3,28% Euribor 3 mesi

Variabile Bce

Questo prodotto, per la verità poco utilizzato ed in questo periodo anche poco pubblicizzato, può essere un compromesso tra il fisso più costoso ed il variabile euribor con variazioni a volte repentine; il vantaggio risiede nel fatto che il tasso Bce viene rivisto dalla Banca Centrale Europea con meno frequenza rispetto all’euribor; di seguito i tassi:

  • Bnl Taeg 4,03%
  • Intesa San paolo Taeg 4,13%
  • Ing Direct Taeg 5,94%

Per maggiori informazioni sui specifici prodotti potete richiedere una consulenza gratuita con questo preventivatore; il servizio non comporta nessun tipo d’impegno.

bilancia_300p250_MOL