Secondo le ultime statistiche Istat, l’inizio di una ripresa dell’attività produttiva potrebbe configurarsi già nella seconda metà del 2013 anche se, e qui concordano tutti, si tratterà eventualmente di una ripresa molto lenta che non produrrà effetti in termini occupazionali.

Questo un passo della presentazione, effettuata dal presidente Giovannini, di “Noi Italia, 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo”; il quadro completo comunque riguarda non solo l’Italia ma anche altri paesi europei nei quali le previsioni sono più o meno le stesse e si parla comunque di ripresa lenta che non potrà, probabilmente, incidere in modo significativamente positivo sulla condizione economica delle famiglie derivante ovviamente anche dal contesto occupazionale.