L’ultima rilevazione dell’indice Istat che misura la fiducia dei consumatori, vede a gennaio un calo dai 85,7 punti di dicembre a 84,6, evidentemente complice anche il clima d’incertezza imputabili si alla crisi ma anche in questo momento alla questione politica.

Questi indici rilevati dall’Istat misurano quale è il clima di attesa per situazione economica delle famiglie, le opinioni sulle opportunità d’investimento e risparmio future, ed altri aspetti che comunque riguardano sempre un discorso di sentiment.

Quindi per il 2013 una partenza caratterizzata dal pessimismo delle famiglie in un sistema economico che vede un’azienda fallire ogni minuto ed il prodotto interno lordo scendere oltre le aspettative degli operatori.

In linea generale quindi l’Italia per il momento si è fatta un giudizio negativo su come andrevolverà la situazione economica delle famiglie nei prossimi mesi, l’unica zona del paese che vede una piccola variazione della fiducia in positivo è il Nord-Ovest.