Nell’ambito di un quadro generale europeo che vede la disoccupazione in aumento, ormai vicina al 12%, una riduzione sensibile dei consumi da cui deriva il fermo delle attività industriali, oggi alle ore 13 e 45 si svolgerà il primo direttorio dell’anno 2013.

Non sono attesi ulteriori tagli sul costo del denaro che rimarrà probabilmente fissato sul livello, comunque più basso mai raggiunto, dello 0,75%, mentre le previsioni sul Pil, dopo una chiusura di 2012 con il quarto trimestre che ha fatto segnare meno 0,4%, le più probabili previsioni danno una stabilizzazione nel primo trimestre 2013, ed una piccola ripresa (+0,2%) per il secondo trimestre.

Oltre i discorso prettamente economici oggi vi sarà alla riunione su detta anche particolare attenzione in quanto verrà presentata, alle 16 e 30 dopo la conferenza stampa del presidente, la nuova banconota da 5 euro che entrarà in circolazione dal prossimo maggio.

Infine nell’ipotesi, piuttosto remota, in cui dovessero essere ulteriormente tagliati gli interessi si registrerebbe una convenienza sui mutui legati al tasso Bce, ma anche l’ennesima flessione sugli euribor notoriamente legati al costo del denaro fissato da eurolandia.