Con l’aria che tira non solo sul mercato del credito ipotecario ma in termini di economia generale, ogni tanto avere sentori di agevolazioni, di qualsiasi tipo siano, fa ovviamente piacere e noi puntualmente riportiamo quanto c’è da dire.

In provincia di Trento, ieri, la quarta commissione provinciale, con quattro voti favorevoli e due astenuti del Pdl ha dato via libera ad un fondo di 10 milioni di euro per garantire nel 2013 l’accesso al mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale, a partire dal mese di giugno.

Alcuni requisiti sono indispensabili se si pensa di voler fruire dell‘agevolazione, infatti potranno fare domanda solo quei nuclei famigliari che hanno un’indice Icef (si tratta di un parametro che valuta il reddito e il patrimonio delle famiglie) fino a 0,42.

Altri limiti e parametri entro cui è necessario stare, pena il non utilizzo dell’aiuto, sono: il mutuo non potrà essere maggiore di euro 300 mila, ed il mutuatario dovrà provvedere a garantire per prorpio conto almeno il 70% dell’intervento, infatti il fondo procapite potrà coprire al massimo il 30% della somma finanziata.

Maggiori info QUI.

bilancia_300p250_MOL