Nell’ultimo rapporto mensile di Abi, Associazione Bancaria Italiana, molti i dati preoccupanti che fanno pensare ad una ripresa del creditizio ancora lontana, ma a voler guardare la situazione con un’ottica di ottimismo, possiamo notare come i tassi d’interesse medi sui prestiti siano scesi dal 3,86% di settembre al 3,81% di ottobre, almeno una piccola buona notizia.

Molto preoccupato il presidente Mussari di un dato che lascia perplessi, riguardante la differenza tra i tassi d’interesse incassati attraverso l’erogazione di prestiti e mutui, e quelli pagati per le giacenze in deposito o su conto corrente; dice l’Abi mai stata così sottile questa differenza, un giusto spread tra i due valori sarebbe di circa il 3% per garantire la piena operatività delle banche; nel mese di ottobre questo spread è sceso di quasi due punti percentuale.

Tornando al discorso che più ci interessa, i finanziamenti per la casa, continua la contrazione delle richieste che nel mese su detto segnano ancora una flessione del 44% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre sono in aumento le sofferenze, cioè le persone che non riescono a pagare le rate.

Così nonostante la diminuzione degli interessi, sono in crescita le famiglie in difficoltà, ma esiste anche una schiera di persone che stanno giovando della situazione economica che vede l’indice euribor praticamente a zero; si tratta ovviamente di tutti quei mutuatari che hanno stipulato il contratto pre-crisi, e quindi con commissioni (spread) più che dimezzate rispetto alle attuali, amplificate dalle difficoltà interbancarie e dall’incertezza che ancora si respira nell’euro zona.

Proprio in virtù di questi bassissimi livelli dell’euribor, anche chi oggi si accosta al mutuo lo fa con un’occhio di riguardo verso il variabile che, almeno nell’immediato, garantisce un risparmio netto rispetto al fisso di circa due punti percentuale che spalmati sulle rate di un’ammortamento di durata media secondo gli standard italiani, circa 23 anni, fanno una bella sommettina, sempre che gli indici in questione non si mettano a fare le bizze prima del tempo.

Se stai cercando di acquistare casa e devi accendere un mutuo, questo preventivatore può tornarti utile, è gratuito e ti permette di ottenere una pèredelibera reddituale.

bilancia_300p250_MOL