Il contesto del credito ipotecario vede un calo di circa il 50% sui mutui erogati a causa della stretta creditrizia dipesa dalla crisi e da quell’ambito recessivo che ormai tutti ben conosciamo.

Nonostante tale situazione ancora migliaia di persone sono alle prese con il finanziamento immobiliare, e di queste il 60% preferiscono accostarsi ad un tasso variabile.

Proprio come quello offerto da Deutsche Bank, istituto da poco entrato a far parte dei mediati Mutuionline, che per questo particolare prodotti, l’indicizzato Euribor, dispone di condizioni in linea con le migliori attualmente disponibili in rete.

Infatti supponendo di presentare una richiesta di euro 130 mila da rimborsare in 20 anni la rata che oggi dovremmo corrispondere, con l’euribor a tre mesi a quota 0,19%, sarebbe di euro 723 circa con Taeg del 3,19% e spread del 2,85%.

Come percentuale massima finanziabile non si potrà superare l’80% del valore calcolato come il minore valore tra perizia e preliminare di vendita, mentre per finalità di ristrutturazione fino al 40%.

Per quanto riguarda il piano d’ammortamento esiste la massima flessibilità, si va dai 5 fino ai 40 anni con intervalli quinquennali, mentre il calcolo del tasso d’interesse viene aggiornato ogni tre mesi a partire dal primo gennaio ed in funzione del parametro euribor tre mesi 360 rilevato l’ultimo giorno lavorativo del trimestre solare precedente a quello di applicazione.

Per maggiori informazioni e per la lettura dei fogli informativi vai direttamente QUI potrai se vuoi anche richiedre un preventivo gratuito.