Per chi vuole dormire sonni tranquilli e non sopporta nemmeno il minimo rischio collegato ad eventuali oscillazioni dei mercati, l’unica vera soluzione rimane sempre il mutuo a tasso fisso come quello di IwBank, che ricordiamo essere appartenenete a quella tipologia di contratto che non cambia mai l’importo della rata per tutta la durata del piano d’ammortamento.

Come da titolo ci occuperemo oggi di recensire questo prodotto considerando una richiesta di euro 120 mila da restituire in 20 anni con un loan to value del 60%; in base a questi dati possiamo subito dire che il tasso finito su detto è uno dei migliori attualmente disponibili sul mercato.

La rata da corrispondere mensilmente sarebbe oggi, in funzione del livello dell’Irs di durata pari al 2,10% e dello spread applicato pari al 3%, di euro 798,59 con Taeg del 5,25%.

A concorrenza della creazione del Taeg ci sono tutte quelle spese accessorie correlate al mutuo come istruttoria, perizia, assicurazione e costi di gestione periodica, che in questo specifico caso sono pari a zero euro perchè offerte gratis dalla banca. Ma allora perchè il taeg non è lo stesso del tasso finale? Semplicemente perchè dal giugno del 2011 in questo indicatore viene presa in considerazione anche l’imposta sostitutiva.

Tale imposta viene calcolata come lo 0,25% dell’erogato se prima casa, e il 2% se altri acquisti, nel nostro caso sarà pari ad euro 300.

Infine ricordiamo che è richiesta l’apertura del conto corrente presso il medesimo istituto, verrà iscritta un’ipoteca a garanzia del 200% e l’erogazione del denaro avverrà con modalità contestuale alla stipula notarile.

Per maggiori informazioni e per una richiesta di preventivo gratuita inserisci i tuoi dati direttamente QUI potrai confrontare in pochi secondi decine di diverse banche.

bilancia_300p250_MOL