Di finanziamenti per acquistare la casa ne esistono diversi tipi ma per chi non è del mestiere la classificazione viene fatta dividendo detti mutui in due grandi categorie, tasso fisso e variabile.

Il primo, maggiormente amato da coloro che non prediligono il rischio, è il più classico di tutti e comporta una rata che rimane sempre uguale per tutta la durata dell’ammortamento, mentre il secondo, notoriamente meno oneroso ma più rischioso, varia la mensilità da corrispondere in funzione delle oscillazioni del mercato di riferimento.

Proprio di una tipologia appartenete alla seconda schiera vogliamo parlare oggi, si tratta di quei finanziamenti variabili che sono agganciati al tasso sulle operazioni principali della Banca Centrale Europea; infatti proprio dopo il recente ed ulteriore taglio del costo del denaro effettuato da parte della Bce sono o meglio dovrebbero, visto che non ce ne rimasta quasi nessumna traccia e che le banche su questi prodotti applicano spread maggiori, essere più convenienti rispetto a quelli basati sull’euribor.

Se per esempio analizziamo le offerte relative a questo tipo di mutuo attraverso il portale della Mutuisupermarket, troviamo che l’unico istituto che offre tale prodotto è Intesa San Paolo che per una ipotetica richiesta di euro 140 mila da restituire in 25 anni comporterebbe oggi, con il BCE allo 0,75%, una rata di euro 727 circa con tasso finito del 3,85% (spread al 3,10% superiore alla medesima offerta basata su euribor tre mesi) e taeg del 4,10%.

Per maggiori informazioni sul prodotto in questione richiedi un preventivo gratis con questo strumento, potrai così ottenere una predelibera reddituale per il tuo specifico caso.

bilancia_300p250_MOL