tassi interesse e situazione agevolazioni credito casaI primi sei mesi dell’anno in corso secondo quanto riporta Crif, e non solo, sono stati negativi per il mercato dei mutui e per quello immobiliare, in quanto si è registrato un calo delle richieste di quasi il 50% su base annua.

La situazione del credito per la casa è al momento caratterizzata da una domanda debole, caratterizzata dalla consapevolezza dei cittadini della non intenzione delle banche a prestare denaro, accompaganata da un’offerta quanto mai ristretta sia in termini di percentuale finanziabile sul totale valore dell’immobile (ormai del 50-60% al massimo), sia in termini di volontà degli istituti di concedere denaro alle famiglie.

In tale contesto di incertezza economica sono ovviamente auspicabili quelle agevolazioni che permettono al mutuatario, o a chi vuole diventarlo, di essere tutelato nel caso in cui si manifestino accadimenti che mettano in forse il pagamento della rata o che addirittura lo rendano impossibile.

Proprio come l’ormai famosa moratoria sui mutui che viene di nuovo prorogata come da molti auspicato; ora si potranno presentare le domande di adesione fino al 31 gennaio del 2013 in relazione ad eventi che si siano manifestati entro e non oltre il 31 dicembre 2012.

Intanto lo spread, que differenziale sui titoli che tanto negli ultimi mesi ci preoccupa e che si ripercuote sui tassi d’interesse dei mercati interbancari con conseguente inasprimento dei costi al dettaglio, dopo essere un po sceso dai recenti livelli eclatanti di circa 540 punti, rimane comunque su quotazioni di guardia; oggi ha aperto a 479, si ricordi che solo nel 2010 la media annua era di 123 punti.

Comunque sia anche se le richieste di finanziamenti immobiliari sono in netto calo, coloro che avranno a che fare con questo argomento saranno lo stesso centinaia di migliaia, pertanto andiamo a vedere quali sono le migliori offerte di mutuo in questo inizio mese di agosto 2012.

Come al solito prenderemo in esame una richiesta media di euro 120 mila da rimborsare in 25 anni sia a tasso fisso che indicizzato con loan to value del 60% e finalità di acquisto prima casa; i dati di seguito riportati sono estratti dalla Mutuisupermarket.

Stando ai dati su detti il migliore prodotto variabile in termini di taeg è ancora quello di Webank con il 3,26%, e tasso finito composto dall’euribor a tre mesi più uno spread del 2,80%, seguno BNL ed Ing Direct.

Stesso discorso per il tasso fisso che vede al primo gradino del podio il medesimo istituto di cui sopra con taeg del 5,51% e spread del 3,20% in aggiunta all’Irs di periodo; seguono Cariparma e BNL.

Per maggiori dettagli sulle offerte e per una richiesta di consulenza gratuita personalizzata utilizza questo preventivatore, riceverai risposta entro 48 ore lavorative.

bilancia_300p250_MOL