Agevolazioni mutuo se ti sposiNell’ambito di una situazione generale economica tutt’altro che rosea, caratterizzata nello specifico settore del credito ipotecario da banche sempre più restie a concedere mutui, esiste la possibilità di aumentare notevolmente le speranze di una delibera grazie al Fondo giovani coppie.

Ricordiamo che tale iniziativa fu portata avanti dal vecchio governo e consiste praticamente nella possibilità di ottebnere, possedendo determinati requisiti che vedremo di seguito, la garanzia dello stato per il 50% del finanziamento richiesto; così facendo i redditi dei richiedenti dovranno sopperire alla sola garanzia di rimborso della metà del debito, aumentando notevolmente le possibilità di riuscita dell’istruttoria.

Per quanto riguarda i requisiti necessari per aderire al fondo, i richiedenti non dovranno aver superato il trentancinquesimo anno d’età, non dovranno avere un’Isee superiore ai 35 mila euro e dovranno inoltre dimostrare che non più del 50% del reddito percepito imponibile ai fini Irpef sia derivato da lavoro a tempo indeterminato; inoltre è indispensabile che siano sposati.

Un’altro vantaggio possibile grazie a questo fondo di 50 milioni gestito da Consap, consiste nello spread massimo applicabile a tali finanziamenti che ammonterebbe all’1,50% per mutui superiori ai 20 anni e dell’1,20% fino a 20 anni.

Morale della favola quindi è che se siete intenzionati ad acquistare casa con l’intervento della banca, l’idea di sposarsi potrebbe rendere più facile e meno oneroso il relativo finanziamento; ce da dire però, come denunciato recentemente da Altroconsumo, che molte banche fanno finata di niente quando si accenna a questo fondo, di fatto negando il prestito.

Intanto se vuoi renderti conto della rata che andrai a pagare per il tuo nuovo acquisto, utilizza pure questo preventivatore gratuito.

bilancia_300p250_MOL