Tra le diverse offerte esistenti di finanziamenti variabili, con cap o rata costante, vi è anche il prodotto indicizzato in base al tasso principale di riferimento della Banca Centrale Europea, comunemente denominato BCE.

Si tratta di un prestito ipotecario, come quello di cui parleremo offerto da Banca Sella, divenuto particolarmente interessante dopo il recente taglio sul costo del denaro operato dall’Eurotower.

Infatti dopo che gli interessi sono scesi allo 0,75% è probabile che tali prodotti torneranno a destare l’attenzione del potenziale mutuatario, insieme ai più conosciuti indicizzati in base Euribor che attualmente coprono circa il 50% del totale erogato.

Veniamo ora al nostro caso specifico ed ipotizziamo subito una richiesta virtuale attraverso la Mutuionline, per vedere i costi che detto mutuo ci porterebbe a sopportare.

Considerando quindi 130 mila euro su un totale valore di 200 mila con piano d’ammortamento ventennale e finalizzato all’acquisto della prima casa, la rata mensile da corrispondere oggi sarebbe di euro 764 circa, con Taeg del 4%, e spread applicato in aggiunta all’indice di cui sopra del 2,90%.

Per quanto riguarda altre spese necessarie all’erogazione avremo: il costo dell’istruttoria pari allo 0,85% del capitale erogato, quello della perizia meglio indicato dal perito incaricato dalla banca e comunque indicativamente stimabile in 200 euro, il premio per la polizza assicurativa incendio e scoppio e le spese di gestione periodica del credito (nota bene tutte queste voci di spesa sono incluse nel Taeg o Isc).

Per maggiori dettagli su questo prodotto e per la lettura dei fogli informativi, certamente raccomandata, fai la tua personale richiesta direttamente da QUI, ti contatterà un professionista del settore con il quale potrai chiarire qualsiasi dubbio; servizio gratuito.

bilancia_300p250_MOL