Nel panorama dei mutui indicizzati possiamo trovare il classico variabile puro, quello con tetto massimo o con rata costante e durata variabile, in ogni caso comunque si ratta di finanziamenti che cambiano le loro condizioni economiche in funzione del mercato di riferimento.

Tale mercato può essere riferito o all’Euribor, e per per la maggior parte dei prodotti è così, o anche al tasso applicato alle operazione della Banca Centrale Europea comunemente chiamato BCE.

Il gruppo Intesa San Paolo dispone anche di questo tipo di prestito, vediamo quindi quale offerte ci propone detto istituto.

Facciamo il solito esempio del mutuo medio di 130 mila euro da rimborsare in 25 anni, con loan to value del 60%, anche se stando alla scheda del prodotto in questione, disponibile sul sito della Mutuisupermarket, la percentuale massima finanziabile in funzione del valore dell’immobile può arrivare fino al 95%, previo ovviamente la disposizione di adeguate garanzie.

In base ai dati su detti la rata mensile da corrispondere sarebbe oggi, con il BCE a quota 1%, di euro 707 circa, con Taeg del 4,59% e spread applicato in aggiunta all’indice del 3,30%.

Come spese aggiuntive necessarie per l’erogazione della somma avremo nel nostro specifico caso 850 euro comprensive di istruttoria e perizia, più una commissione d’incasso rata di euro 1,50 cadauna.

La polizza incendio e scoppio obbligatoria è offerta gratuitamente dalla banca, e esiste la possibilità di esercitare due diverse opzioni una di flessibilità durata d’ammortamento e l’altra di sospensione pagamento rata, entrambe attivabili a determinate condizioni stabilite nel contratto.

bilancia_300p250_MOL