Purtroppo acquistare una casa come la maggior parte di noi sa è un’operazione piuttosto onerosa, per questo nella maggior parte dei casi si rende necessario l’intervento della banca, che pure negli utlmi tempi però sta diventando sempre più restia a concedere il finanziamento, vista la crisi e l’ancora fresco ricordo dei mutui subprime che l’hanno generata.

Allora da parte del mutuatario una cosa che si può fare, nel caso in cui non si sia riusciti ad ottenere la delibera magari per un rapporto rata reddito troppo svantaggioso, e quello di allungare il piano di rimborso così da aumentare a nostro favore tale rapporto che tanto negli utlimi tempi, ed è giusto così, viene preso in considerazione dagli istituti per decidere se accettare o meno la richiesta del cliente.

In questo frangente subentra Ing Direct, una delle poche banche che permette piani d’ammortamento di durata superiore ai 30 anni, proprio come il mutuo a tasso variabile di cui ora vedremo le specifiche.

Si tratta appunto di un prodotto indicizzato in base Euribor a tre mesi più uno spread calcolato in base all’importo richiesto secondo la seguente tabella:

Per importi pari o inferiori a 100.000 euro:

  • per le prime 2 rate: spread 3,50%;
  •   per le rate successive: spread 3,20%

inferiori a 175.000 euro:

  • per le prime 2 rate: spread 3,30%;
  • per le rate successive: spread 3,00%

pari o superiori a 175.000 euro:

  • per le prime 2 rate: spread 3,10%;
  • per le rate successive: spread 2,80%

Volendo fare un esempio pratico immaginiamo un prestito di 140 mila euro da restituire in 40 anni con Ltv di circa il 60%; considerando questi dati la rata mensile da pagare sarebbe di 546 circa con tasso finito del 3,66% e Taeg del 3,75%.

Per maggiori dettagli su questo mutuo richiedi subito una consulenza personalizzata e gratuita alla Mutuisupermarket, un professionista di assisterà per una scelta consapevole; servizio senza nessun impegno.

bilancia_300p250_MOL