Secondo il Rapporto immobiliare 2012, realizzato dall’Agenzia del Territorio in collaborazione con l’Abi (Associazione Bancaria Italiana), i tassi medi sui crediti ipotecari per l’acquisto di abitazioni nell’anno 2011 sono aumentati dello 0,64% attestandosi al 3,37%.

Guardando i dati sotto un’ottica di localizzazione geografica la situazione è diversa dal settentrione al meridione; infatti è nel sud che si è registarto l’incremento dei costi più sensibile, a dispetto di un contesto occupazionale tutt’altro che roseo, mentre di contro i tassi sono più ridotti al nord Italia.

Ovviamente tali aumenti del tasso d’interesse, insieme anche ai maggiori costi annessi al mutuo anch’essi in rialzo, hanno portato nel 2011 ad una rata media da corrispondere di 700 euro contro i 660 del 2010, con un aumento quindi di circa il 6%.

Confronta con questo preventivatore gratuito i prodotti più convenienti di oggi e richiedi una consulenza personalizzata.

bilancia_300p250_MOL