Nonostante nell’ultimo anno i mutui per surroga siano drammaticamente diminuiti in termini di operazioni effettuate, c’è sicuramente tutta una platea di persone che avendo stipulato il contratto nel massimo momento finora vissuto di crisi, quando gli spread erano ancora più alti di adesso, trarrebbero giovamento dalla portabilità dell’ipoteca.

Vediamo quindi l’offerta di BNL per questa finalità che ricordiamo essere caratterizzata non dalla stipula di un nuovo contratto (in quel caso si parla di sostituzione) ma dal semplice trasferimento, di norma a costo zero, dell’ipoteca già precedentemente iscritta sull’immobile acquistato con il vecchio mutuo; tutto questo allo scopo di ottenere condizioni economiche migliori.

Ipotizzando per esempio di dover surrogare un residuo mutuo di euro 140 mila e di volerlo restituire in 20 anni ad oggi la rata al tasso fisso sarebbe di euro 1019 circa con tasso finito del 6,20% e Taeg del 6,41%.

Non sono previsti costi aggiuntivi tranne quello per l’assicurazione incendio e scoppio che sarà pari allo 0,0019% del capitale erogato da addebitarsi su ogni singola rata, e quindi nel nostro caso dell’ammontare di 2,66 euro cadauna; esiste inoltre la possibilità per il cliente di aggiungere ulteriori polizze assicurative a tutela del mututario.

Tutte le spese notarili sono a carico della banca, stando alla scheda tecnica presente sul sito della Mutuisupermarket che media tale prodotto, è richiesta l’apertura del conto corrente e la massima somma finanziabile può arrivare fino al 75% del valore dell’immobile.

bilancia_300p250_MOL