Ancora più elevato il differenziale tra titoli Btp e Bund che poco dopo l’apertura varca la soglia dei 450 punti (456), ed anche i titoli spagnoli segnano un bel febbrone, oltre i 500 punti.

Ormai non siamo molto lontani dal quel picco di 553 punti raggiunto propio nel momento di massima crisi a novembre del 2011, che porto allo scioglimento del vecchio governo.

Il problema del momento, comunque in un contesto internazionale molto complesso, è la Grecia che non sta trovando una soluzione per la formazione del governo tornando alle elezioni e questo sta configurando la reale possibilità di uscita del paese dalla moneta unica.

Il sentiment nel paese ellenico, che oggi ha un debito pari al 165% del Pil, è di paura del crak, fatto sta che fino ad ora i cittadini hanno ritirato circa 700 milioni di euro dalle banche evidentemente per scongiurare l’avvento della Dracma.