Oltre i classici mutui a tasso fisso e variabile puro, ne esistono diverse altre tipologia tra cui quella oggetto della presente recensione, il variabile con tetto massimo.

Prima di capire di cosa si tratta e vedere le specifiche del prodotto Webank, oggi uno dei migliori disponibili, possiamo senza dubbio affermare che questo contratto si sposa molto bene con il momento di mercato che vede l’Euribor ai minimi, con relative previsioni di breve durata a rialzo.

Il funzionamento di questo finanziamento immobiliare è molto semplice quanto efficace, si tratta infatti di un mutuo indicizzato, nel nostro caso di seguito in base Euribor a tre mesi, con un tasso massimo d’interesse applicabile prestabilito nel contratto stesso.

Questo significa che anche all’aumentare del parametro di riferimento la rata non potra salire oltre una determinata soglia.

Ipotizzando una richiesta di euro 140 mila da rimborsare in 20 anni le condizioni saranno, considerando l’indice di oggi, le seguenti: rata mensile 855 euro circa, tasso finito del 4,10% (euribor tre mesi più spread del 3,40%), taeg 4,21% e tetto massimo fissato al 6,50%; tale limite d’interesse permetterà al mutuatario di pagare nella peggiore ipotesi una rata più o meno uguale a quella di un attuale tasso fisso.

Il prodotto prevede finalità d’acquisto e ristrutturazione, può avere durate dai 10 fino ai 30 anni, e non comporta spese aggiuntive d’istruttoria, perizia ed assicurazione incendio.

bilancia_300p250_MOL