Viste le crescenti difficoltà di accesso al credito da parte delle famiglie, recentemente il Consiglio Nazionale del Notariato e undici diverse associazioni dei consumatori, tra cui Adoc, Altroconsumo e Federconsumatori, hanno dato luogo ad un incontro per esaminare quali sono le reali problematiche che interferiscono sull’erogazione del denaro.

Gli aspetti che vedono sempre più difficoltoso l’accesso al mutuo sono diversi, primo tra tutti le troppe garanzie richieste dalle banche, che certamente non si sposano bene con la difficile situazione occupazionale del paese; in secondo luogo le commissioni applicate dagli istituti continuano, pur dopo piccoli ribassi ormai registrati circa due mesi fa, ad essere molto elevate e ben lontane da quella media dell’anno passato.

Tali spread, così vengono comunemente denominate le commissioni su citate, aumentando notevolmente l’importo della rata finiscono per far diminuire le somme possibili da concedere con conseguente mancanza dell’acconto da parte del potenziale acquirente che si vede costretto a rinunciare.

Come se non bastasse anche quando il reddito è certo, per quanto in Italia si possa definire tale, non mancano da parte del finanziatore le richieste di ulteriori garanzie aggiuntive sotto forma di polizze assicurative che, nonostante i recenti interventi del governo al fine di aumentare la concorrenza e diminuire i prezzi, continuano ad essere piuttosto onerose.

Nell’ambito di questa situazione il tavolo tecnico su detto vuole raggiungere l’obbiettivo di incentivare il settore immobiliare, attraverso l’individuazione di tutti i problemi su detti, che verranno in seguito sottoposti a chi di dovere nel governo.

bilancia_300p250_MOL