Nell’ambito dell’iniziativa promossa da Abi e diverse associazioni dei consumatori riguardante la possibilità di poter sospendere il pagamento delle rate mutuo, detta comunemente “Moratoria mutui”, stanno per essere introdotte importanti novità per i lavoratori precari fino ad ora esclusi dalla possibilità di presentare domanda.

Infatti per fruire di tale agevolazione è necessario avere determinati requisiti che attualmente non comprendevano un rapporto di lavoro determinato, mentre dopo che è stato presentato un’emendamento in commissioni Lavoro del Senato, sarà possibile utilizzare l’aiuto previsto dall’accordo, che come molti ricorderanno nel corso degli anni, è infatti attiva dal 2009, a riscosso parecchio successo.

Non potranno comunque richiedere la sospensione tutti coloro che hanno interrotto il rapporto lavorativo consensulamente, oppure sono stati licenziati per giusta causa, o ancora se si sono licenziati di spontanea volontà; inoltre non sono previste tutele se il mutuatario in questione ha già attiva una polizza assicurativa a copertura di dette casistiche, oppure se è in ritardi con i pagamenti da più di 90 giorni.

Ricordiamo infine che la moratoria ad oggi scadrà a fine luglio 2012 salvo eventuali ulteriori proroghe certamente ancora necessarie.

bilancia_300p250_MOL