Secondo dati recentemente rilasciati dal noto broker Mutui.it le richieste di portabilità dell’ipoteca sono nettamente in discesa, si pensi solo che dall’inizio dell’anno ad oggi sono state esaminate circa 150 mila domande delle quali soli il 9% sono riconducibili alla surroga; un calo questo del 50% se solo si fa riferimento ai dati antecedenti a questa rilevazione raccolti ad ottobre 2011.

la situazione è chiaramente derivata dagli spread applicati ai prodotti odierni, e per la verità ormai da diversi mesi, che sono su una media di poco al di sotto del 4%, con punte del 5% e minimi, solo per mutui variabili, del 2,60%; la media italiana di circa un’anno fa era nell’ordine dell’1,20%.

Vista questa situazione è chiaro che l’interesse verso la finalità in questione debba essere per forza di cose ridotto in quanto, nella maggior parte dei casi, non c’è convenienza nel surrogare un mutuo oggi.

Nonostante ciò potrebbero ancora esserci persone che possono risparmiare qualcosa surrogando il mutuo anche con spread così elevati come quelli odierni; si tratta praticamente di quei pochi sfortunati che si sono ritrovati, a cavallo del momento più drammatico quando le commissioni erano per tutti nell’ordine di minimo il 4%, a dover rogitare il loro acquisto con una bella differenza tra il mutuo preventivato e quello veramente erogato.

Se sei stato costretto a stipulare il mutuo nel periodo su detto sicuramente potrai trarre beneficio dal meccanismo della portabilità, confronta quindi il tuo tasso, direttamente da QUI, con quello delle migliori surroghe a costo zero disponibili oggi, tra cui quella di BNL variabile con cap fissato al 6,20%; servizio gratuito.

bilancia_300p250_MOL