Se oggi il settore del credito ipotecario per la casa vede forte crisi insieme all’economia tutta, diventa ancora più difficile ottenere il mutuo se si è mono reddito.

Non si tratta solo di quelle famiglie dentro le quali è solo l’uomo a percepire uno stipendio, ma proprio dei nuclei famigliari singoli, cioè le persone sole donne o uomini che siano.

Se infatti solitamente la banca nel valutare il cliente si affida a criteri che vedono per esempio il rapporto rata reddito nei dintorni del 30-35%, nel caso di single tale percentuale si riduce notevolmente fino ad arrivare al 25%, e quindi da qui un’altro incentivo alla riduzione degli erogati medi in Italia.

Certo è che a prescindere dalle stringenti politiche degli istituti, che rendono sempre più difficoltoso l’accesso al credito, anche la situazione occupazionale italiana non concorre assolutamente a normalizzare il contesto, sempre più caratterizzato dall’impossibilità, sopratutto per i giovani, di realizzare il sogno immobiliare.

bilancia_300p250_MOL