Come tutti sappiamo il settore immobiliare vive da tempo momenti di forte stallo caratterizzati da poca domanda e molta offerta, con tempi di vendita media che si allungano, e sconti sul prezzo iniziale sempre più consistenti, come puoi leggere su questo report.

Proprio a quest’ultimo aspetto possono essere riconducibili le parole del presidente Fiaip Bergamo, Giuliano olivati, che nel corso della recente fiera annuale “Edil 2012” durante il suo intervento ha fatto presente come sia arrivato il momento di aprire gli occhi su quelli che sono i reali valori di vendita degli immobili, che gli agenti immobiliari ben conoscono, dovendo per la loro professione seguire l’intero iter, ma che talvolta sembrano sconosciuti al venditore.

Non è raro infatti che quando si tratta di dover mettere in vendita il proprio immobile, il proprietario, che magari è ha conoscienza del prezzo di vendita dell’immobile del vicino, chiede di più, è questo ovviamente si traduce in una inutile perdita di tempo che rallenta un comparto già stagnante per altre motivazioni.

Allora l’idea, condivisibilissima, del presidente Olivati, è quella di costituire un borsino immobiliare con i veri dati delle agenzie, così da dare a chiunque uno strumento veritiero in termini di valutazione dell’immobile.

Sicuramente sarebbe un’utile strumento per velocizzare le operazioni e rendere più dinamico un mercato che ormai ha le sembianze di un bradipo.

Va ricordato infine che, già il borsino dell’Agenzia del Territorio, un tempo assolutamente non attendibile e lontanissimo come quotazioni dalla realtà del venduto, con l’obbligo introdotto da diversi anni di indicare nel rogito la vera somma corrisposta, sta pian piano divenendo sempre meno impreciso, ma ci vorranno ancora molti anni prima che si possano prendere qui dati come un plausibile punto di partenza, leggi l’articolo.

bilancia_300p250_MOL