In una recente intervista rilasciata all’El Pais dal Governatore Visco, lo stesso dichiara che le nostre banche dopo aver superato la crisi del 2008-2009 senza essere aiutate dallo stato ora si troverebbero in una buona forma è pronte per rifornire l’economia reale di denaro indispensabile per riattivare la crescita dell’Italia.

Economia reale significa basta con le preoccupazioni sul debito pubblico, che pure però va sempre monitorato, e iniziamo a finanziare imprese e famiglie con prestiti e mutui ipotacari, oggi praticamente introvabili.

Continua il governatore, parlando dei due più grandi istituti nostrani Unicredit e Intesa, dicendo che dopo l’aumento del loro portafoglio titoli e l’esplosione della crisi su debiti sovrani, ora non vede grossi problemi per queste banche che sono riuscite a risolvere la situazione senza aiuti statali.

Infine conclude dicendo “la crescita dell’economia e più in generale lo sviluppo della società dipendono oggi sempre più da quanto si è disposti o incentivati a investire in conoscenza”.