Iniziano tra pochi giorni, esattamente il 2 aprile, ad essere efficaci le prime novità, questa volta introdotte dall’Isvap con un recente provvedimento, riguardanti le assicurazioni sui mutui ipotecari.

Tale provvedimento impedirà agli istituti di essere contemporaneamente emittenti e beneficiari della polizza assicurativa obbligatoria, un giro d’affari che nel settore rappresenta circa 2 miliardi di euro all’anno.

Fino ad oggi tale abitudine delle banche aveva imposto ai clienti provvigioni salatissime su questi prodotti condizionanti per la delibera del mutuo, ma ora sembra che tutto ciò debba finire, a vantaggio di una maggiore concorrenza che di conseguenza comporterà migliori condizioni economiche per il mutuatario.

Anche il governo Monti recentemente a messo mano a questa nicchia di mercato, con il decreto liberalizzazioni che contiene altre importanti novità sulle assicurazioni al mutuo, e non solo, prima tra tutte quella che impone alle banche di dover presentare, nel caso in cui la delibera venga condizionata alla polizza in questione, almeno due diversi preventivi di compagnie non riconducibili all’istituto stesso, e con la possibilità per il cliente di poter comunque scegliere su libero mercato.

bilancia_300p250_MOL