Anche dopo l’ingente iniezione di liquidità nel mercato effettuata dalla BCE, è ancora molto difficile accendere un mutuo, ma Cariparma, banca facente parte del gruppo francese Crèdit Agricole, che tra l’altro non ha beneficiato della liquidità di cui sopra, ha deciso di essere vicina alle famiglie stanziando due miliardi e mezzo da destinare appunto ai finanziamenti ipotecari per la casa.

Questo è quanto si evince dalla presentazione dell’iniziativa che si è svolta a Palazzo Biassa pochi giorni fa, e alla quale hanno partecipato Roberto Ghisellini (dierettore), Paolo Gavini nuovo responsabile retail e private e Ivano Alessi.

L’obbiettivo, in un momento difficle per il settore, è quello di essere vicini a coloro che vogliono acquistare o ristrutturare la casa, con particolare riferimento agli under 35 che rappresentano la maggioranza di quelli che vorrebero accendere il mutuo.

Oltre alla somma stanziata, c’è da dire che ogni singola pratica verrà specificatamente vagliata, e non vi saranno obblighi di acquistare insieme al mutuo altri prodotti cosi detti correlati, aspetto questo divenuto ormai routine per la quasi totalità degli istituti.

Cariparma mette a disposizione un’ampia gamma di prodotti tutti molto flessibili e per i quali l’unico obbligo sarà quello dell’apertura del conto corrente per il transito della rata.

Per dare un esempio pratico di ciò di cui stiamo parlando, possiamo simulare attraverso i strumenti della Mutuionline, che dispone dei finanziamenti della banca in oggetto, prendiamo in esame il classico tasso fisso, ipotizzando una richiesta di 140 mila euro da rimborsare in 25 anni.

In base a tali dati la rata mensile da corrispondere sarà di euro 897 circa, composta dall’indice di durata, IRS, più uno spread del 3,30%, e quindi con tasso finito del 5,95% e Taeg del 6,30%.

Come spese correlate all’erogazione del mutuo, nel nostro esempio avremo 900 euro d’istruttoria, il costo della perizia che sarà comunicato dal tecnico incaricato, e quello per l’assicurazione obbligatoria per legge sull’incendio e scoppio, che a scelta del mutuatario potrà essere stipulata o privatamente o aderendo al pacchetto messo a disposizione dalla banca.

Infine ricordiamo che per ogni rata ci sarà una commissione d’incassi pari ad euro 1,20, è obbligatoria l’apertura del conto corrente, come su citato e l’erogazione del denaro avviene contestualmente alla stipula notarile.

Se sei interessato a questa offerta di Cariparma, richiedi subito un preventivo gratuito direttamente da QUI, riceverai risposta entro due giorni.

Leggi il comunicato stampa dell’iniziativa.

bilancia_300p250_MOL