Negli ultimi anni l’attenzione alle prestazioni energetiche degli edifici sta crescendo sempre di più viste anche le stringenti normative europee in merito, e anche qui da noi dal primo di gennaio 2012, è in vigore l’obbligo di aggiungere all’annuncio di vendita o locazione sia la classe energetica, dell’intero stabile o dell’appartamento, sia l’indice di prestazione che per edifici residenziali rappresenta il consumo di energia espresso in Kwh/metroquadro annuo.

C’è solo un piccolo problema, secondo un’indagine svolta da Immobiliare.it, noto portale di annunci, in generale questo nuovo obbligo è stato rispettato solo nel 12,7% dei casi, veramente poco.

Questo guardando con un’ottica non geolocalizzata, mentre se si esaminano i stessi dati da un punto di vista specifico, ci si accorge facilmente che, più si scende verso il sud Italia e meno viene rispettata la nuova normativa.

Infatti mentre tra nord ovest e nord est le percentuali che hanno rispettato la legge sono comprese tra il 18,9% e il 16% circa, man mano che si va verso sud tale percentuali scendono drasticamente fino ad arrivare a Palermo dove solo lo 0,9% si è regolarizzato; il problema nasce dal fatto che l’unica regione che ha previsto multe per chi non si comporta a dovere è la Lombardia.

bilancia_300p250_MOL