L’istituto Byou del gruppo Ubi Banca, tra le diverse opzioni di mutuo che mette a disposizione del cliente, partendo dai classici tassi fissi e variabili puri, fino ad arrivare a prodotti specifici per la surroga o ancora con rata costante e durata variabile, dispone anche di un finanziamento particolare, caratterizzato dalla puculiarità dello spread che nel corso del piano d’ammortamento diminuisce con le modalità di seguito indicate.

Si tratta di un credito che può essere finalizzato sia all’acquisto della casa, alla ristrutturazione ed anche alla costruzione, prevede durate del piano di rimborso da un minimo di 10 anni fino a 40, ed eroga al massimo un loan to value dell’80%.

La sua particolare caratteristica è che dopo il primo quinquennio di rate pagate, dal quinto anno in poi, ed ogni cinque anni fino alla fine del contratto, lo spread inizialmente applicato dalla banca verrà scorporato di 5 punti base, e quindi sarà possibile, di concerto con un’eventuale diminuzione dei tassi d’interesse, fruire di un doppio risparmio.

La rata da corrispondere è composta dal parametro indicizzante (Euribor a 1 mese oggi pari a 0,75%), più uno spread, il guadagno della banca per capirci, che può arrivare al massimo a quota 3,70%.

Riguardo alla commissione della banca, quest’ultima potrà in sede di istruttoria essere ridotta in funzione di diversi parametri, tra i quali la durata del mutuo, la storia creditizia del cliente e il rapporto rata reddito dello stesso.

Inoltre vi è anche la possibilità di godere di un’opzione di cambio tasso, passando dal variabile al fisso, in modo completamente gratuito, e con le modalità meglio indicate in sede di preventivo non impegnativo.

Volendo fare un esempio pratico per rendersi conto della spesa alla quale ci apprestiamo, ipotizziamo una richiesta di mutuo, con il preventivatore della Mutuisupermarket, di 140 mila euro da rimborsare in 20 anni, avremo una rata mensile da corrispondere pari ad euro 881 circa, con un tasso finito del 4,45% ed un Taeg del 4,91% (spread 3,70%).

Ci sembrano comunque un pochino eccessive le spese per l’istruttoria, nel nostro specifico caso pari ad euro 2800, non comprensive ne del costo per la perizia na tantomeno di quello per l’assicurazione obbligatoria incendio e scoppio.

Ricordiamo però che vale comunque la pena di provare a richiedere un parere di fattibilità, puoi farlo da QUI, per vedere se c’è l’effettiva possibilità, come riportato nella scheda completa del broker di cui sopra, di ottenere migliori condizioni economiche , che come su detto possono variare in funzione di diversi fattori dello specifico richiedente.

bilancia_300p250_MOL