Se ormai è diventato molto difficile ottenere il mutuo per l’acquisto della casa a causa dell’aumentata severità con la quale le banche selezionano il cliente, e non vengono concessi mutui che comportano una rata che sia superiore ad un terzo del reddito mensile percepito, una soluzione per ovviare a questo problema potrebbe essere un’allungamento del piano d’ammortamento al di sopra dei classici 30 anni che la quasi totalità delle banche danno come durata massima.

La Banca Regionale Europea UBI offre ai suopi potenziali clienti mutuatari il mutuo a tasso variabile denominato Sempre Light, che prevede durate del piano di rimborso fino a 50 anni, ma che proprio perchè è così longevo può essere richiesto solo da chi non ha superato il trentesimo anno d’età, in quanto alla scadenza del contratto il debitore non dovrà aver superato gli ottanta anni; è chiaro comunque che anche chi ha un’età maggiore di 30 anni potrà fare richiesta ma di conseguenza si ridurrà la durata del mutuo.

Si tratta nello specifico di un finanziamento immobiliare ipotecario regolato in base Euribor a un mese (ma può essere richiesta anche l’indicizzazione in base BCE ttraverso apposito modulo fornito dalla banca), come su detto può avere durate dai 5 fino ai 50 anni, prevede un’iscrizione ipotecaria di primo grado pari al 200% dell’importo, ed eroga al massimo l’80% del valore senza nessun limite massimo.

Come da titolo la particolarità di questo prodotto sta nel fatto che lo spread iniziale, fissato al 2,75% (quindi già in linea con quelli attualmente disponibili sul mercato), dopo il primo quinquennio di rimborso, decresce di 5 punti base ogni cinque anni; questo significa che il cliente oltre a poter fruire di eventuali ribassi dovuti al parametro di indicizzazione, gode comunque della riduzione costante dello spread come sopra riportato.

Ipotizzando per esempio attraverso il broker Mutuionline, che offre questo mutuo di UBI Banca, una richiesta di euro 150 mila su un valore totale dell’immobile di euro 250 mila da rimborsare in 40 anni, la rata da corrispondere mensilmente sarà di euro 601 circa, con un tasso finito del 3,72%, ed un Taeg del 3,78%.

Oltre al costo della rata, per accendere il finanziamento ci saranno le spese d’istruttoria che nel caso specifico citato sopra sarebbero di euro 500 e quelle per la perizia immobiliare, stimate da Mutuionline sulla media nazionale in euro 275; oltre tali costi non vi sono altre spese periodiche mensili o annuali, tranne quella dell’assicurazione obbligatoria incendio e scoppio che è da stipularsi a carico del cliente.

 

bilancia_300p250_MOL