Ci siamo, la possibilità per i mutuatari in difficoltà di vedersi sospeso il pagamento della rata del mutuo sta per scadere definitivamente,e per la precisione potranno ancora essere presentate domande solo fino al 31 gennaio del 2012.

Si è trattato, in questi due anni, di un’iniziativa di concerto tra l’Abi e tredici associazioni dei consumatori, tra cui Adiconsum, Adoc, Assoutenti eccetera, per cercare di calmierare gli effetti della crisi, che purtroppo in concomitanza con la fine di questa agevolazione, è tutt’altro che passata, anzi sembra essersi ancora inasprita.

Già prorogata due volte tale agevolazione ha visto fruire della sospensione circa 46 mila mutui (dato di maggio scorso oggi saranno ovviamente di più), ora quello che preoccupa è il fatto che molte famiglie alle quali sta scadendo il periodo di non pagamento della rata non potranno ancora far fronte agli oneri del mutuo, e allora cosa succedera? Molto probabilmente molti immobili andranno all’asta, per permettere alle banche di rientrare del credito erogato.

Ricordiamo comunque, per chi non lo avesse già fatto oppure per chi non ne aveva avuto ancora bisogno, che fino alla fine di gennaio è ancora possibile presentare domanda, ma solo per eventi che si siano manifestati entro la data del 31 dicembre 2011, e che rientrino nell’ambito di famiglie con determinati requisiti tra i quali: un mutuo stipulato per l’acquisto, la ristrutturazione o la costruzione della prima casa, un reddito imponibile non superiore ai 40 mila euro ed anche per coloro che sono già in ritardo con i pagamenti fino a 180 giorni.

Infine non sarà possibile richiedere di nuovo l’agevolazione per coloro che ne abbiano già fruito; una piccola nota positiva è che nel comunicato stampa dell’Abi inerente la seconda proroga in scadenza a fine mese, viene riportata l’intenzione di sensibilizzare tutti gli associati ad adottare evntuali altre misure di aiuto per quelle famiglie che finita la sospensione si trovino ancora in difficoltà, staremo a vedere cosa succede, mancano solo sei giorni.

Comunicato stampa ABI seconda proroga

Altre informazioni dal sito ABI

bilancia_300p250_MOL