Da un comunicato stampa emesso dall’Isvap datato 6 dicembre 2011 si evince che, finalmente, dopo circa due anni di tempo trascorsi ad indagare sul settore, che nel 2010 ha fatto registrare un giro d’affari di circa due miliardi e mezzo di euro, si è giunti alla stesura definitiva di un regoalmento riguardante le polizze assicurative legate ai mutui per l’acquisto della casa.

Tale provvedimento il 2946 per l’esatezza, stabilirà, dal giorno della sua entrata in vigore e cioè il 2 aprile 2012, che l’istituto bancario o finanziaria erogatrice del finanziamento non può essere nello stesso tempo beneficiara o vincolataria di polizze assicurative direttamente connesse al prodotto venduto (mutuo o prestito che sia).

Questa iniziativa è stata intrapresa già dal 2009 in quanto il consumatore finale era praticamente obbligato ad annettere dette polizze al mutuo (anche quelle non obbligatorie), per vederselo erogato, ed il bello era che le stesse polizze al di fuori del circuito bancario in questione costavano almeno la metà.

Inoltre il regolamento si è reso necessario anche per evitare che queste assicurazioni continuino ad essere vendute previo pagamento del premio solo con modalità in un’unica soluzione e spesso caricato sopra l’importo del prestito.

Comunicato stampa

Esiti pubblica consultazione

Provvedimento 2946

Fonte Isvap

bilancia_300p250_MOL