Anche se non sembra essere il miglior momento per accendere un mutuo a tasso variabile viste le tensioni dei mercati che hanno contribuito all’aumentare degli spread e gli indici di riferimento che difficilmente potranno scendere sotto le soglie attuali, molte banche offrono comunque questo tipo di prodotto.

Banca Sella attraverso la Mutuionline propone ai clienti diversi mutui dedicati come quello oggetto della presente recensione cioè un prestito immobiliare regolato in base MRO (Main Refinancing Operations) che è il tasso d’interesse delle operazioni di rifinanziamento della Banca Centrale Europea.

Quindi la rata è composta dei soliti due fattori, il parametro d’indicizzazione su detto e la commissione della banca, lo spread; quest’ultimo varia in funzione della durata del piano di rimborso andando da un minimo del 3,20% per 10 anni fino al massimo del 3,80% per 30 anni.

Considerando per esempio un erogato di 150 mila euro da rimborsare in 20 anni richiesto da un dipendente a tempo indeterminato residente a Milano di 35 anni d’età, ad oggi, ci sarà da corrispondere una rata di circa 994 euro mensili, in più ci saranno poi le spese d’istruttoria pari ad euro 1275, il costo della perizia di circa 200 euro (solo indicativo nel caso si portasse avanti l’istruttoria il perito comunicherà direttamente l’ammontare della sua parcella), e la polizza assicurativa incendio e scoppio.

Ricordiamo infine che il finanziamento in questione eroga al massimo il 70% del valore cauzionale dell’immobile da ipotecare, richiede l’apertura del conto corrente per far transitare lo stipendio dal quale verrà prelevata la rata, ed essendo regolato a tasso variabile è soggetto alle oscillazioni dei tassi d’interesse.

Confronta le migliori offerte disponobili a novembre 2011 direttamemnte da QUI e richiedi un parere alla banca sulla fattibilità della tua particolare pratica, gratis e senza impegno.

bilancia_300p250_MOL