Negli ultimi anni vi è stato un proliferare di siti internet che fungono da mediatori creditizi o broker, ciò nonostante nel nostro paese è ancora solo una piccola parte che accede al mutuo per la casa attraverso canali virtuali, questo molto probabilmente è dovuto alla poca fiducia che il consumatore medio ha in questo tipo di soluzione.

Secondo Assofin (Associazione Italiana del Credito al Consumo e Immobiliare) sul totale dei mutui erogati nei primi sei mesi dell’anno in corso “solo” il 5% ha scelto di effettuare la richiesta tramite internet, anche se questa è una percentuale in crescita in quanto negli anni passati detta percentuale era inferiore.

Guardando i numeri ci si accorge però che tale percentuale rappresenta un valore numerico di tutto rispetto, se solo si pensa che nell’anno 2010 sono stati stipulati circa 700 mila contratti.

Il fatto che la quasi totalità dei prestiti siano stati svolti nella maniera classica, cioè recandosi materialmente alla filiale della banca prescelta, lascerebbe pensare a rigor di logica che il mutuo richiesto direttamente all’istituto di credito sia più conveniente, in realtà non è sempre così.

Molto spesso infatti lo stesso finanziamento ipotecario del medesimo istituto costa meno se richiesto attraverso un mediatore come questo, proprio perchè sono le stesse banche ad assicurare condizioni esclusive per chi accede a questo tipo di credito attraverso internet, evidentemente per una questione di diminuzione dei costi dovuta alla selezione preliminare della clientela che tali broker effettuano al posto dell’istituto erogante.

Questo per quanto riguarda le banche ordinarie che danno accesso al potenziale mutuatario anche da canali online, mentre se parliamo di vere e proprie banche virtuali (cioè quelle che non hanno filiali sul territorio), come WeBank o Ing Direct allora il discorso cambia in quanto nella maggior parte dei casi il risparmio è assicurato, vuoi per l’assenza dei punti vendita, con tutte le spese di gestione che comportano, vuoi per la riduzione delle risorse umane.

Ad oggi comunque rendersi conto di quale è giorno per giorno il mutuo più conveniente è molto più semplice di una volta, proprio grazie alla presenza di questi strumenti web denominati comparatori (come la Mutuionline o la Mutuisupermarket) che permettono in pochi secondi di confrontare decine di diverse proposte, cosa fino a qualche anno fa praticamente impossibile.

bilancia_300p250_MOL