In questo momento di crisi che ha visto nelle ultime settimane il suo apice con il rischio di default multipli nell’eurozona, un’altra brutta notizia per i mutui è in arrivo cioè quella della scadenza per richiedere la sospensione del pagamento delle rate, denominata moratoria sui mutui.

Ricordiamo che si tratta dell’accordo tra Abi ed associazioni dei consumatori, già prorogato più volte dato il mancato miglioramento della situazione economico occupazionale del paese, che andrà in scadenza il prossimo 31 gennaio, data entro la quale si dovrà necessariamente presentare domanda per utilizzare tale agevolazione, sempre che si posseggano i requisiti.

Fino ad ora sono circa 52 mila le famiglie con difficoltà economiche che hanno fruito della su detta sospensione con un volume totale di erogati sospesi pari a circa 6,5 miliardi di euro, mentre sono poco meno di 400 milioni i denari rimasti a disposizione dei mutuatari che stanno vivendo momenti di crisi.

Il presidente dell’Abi Giuseppe Mussari in merito alla situazione dei mutui ha fatto presente che le famiglie sono al primo posto e che c’è l’intenzione di capire cosa si può fare restando nel rispetto delle regole da seguire.

Intanto Adiconsum chiede un tavolo di confronto per aprire di nuovo un dibattito sulle iniziative che si possono intraprendere per aiutare coloro che si trovano ancora in difficoltà anche dopo i dodici mesi di sospensione permessi dalla moratoria di cui sopra.

bilancia_300p250_MOL