Tra i diversi tipi di mutuo esistenti quelli a tasso fisso e a tasso variabile sono sicuramente i più conosciuti, ma ce ne sono alcune tipologie più complesse ed interessanti dal punto di vista tecnico del piano d’ammortamento come quello variabile con rata costante.

Si tratta di un finanziamento ipotecario che da sempre ha attirato l’attenzione di quei mutuatari maggiormente attenti all’andamento dei mercati creditizi e di costo del denaro, ed è caratterizzato appunto da una rata che non cambia il suo importo anche al variare dei tassi di riferimento, quello che si allunga o si contrai in base alle stesse oscillazioni è la durata del piano di rimborso.

Quindi se l’indice di riferimento del mutuo variabile in questioni, perchè di mutuo variabile si tratta, aumenta allora anche la durata del contratto aumenterà, viceversa al ridursi del tasso anche il piano d’ammortamento farà lo stesso.

Purtroppo negli ultimi tempi sono sempre meno le banche che propongono ai loro potenziali mutuatari questo tipo di prodotto, ma qualcosa ancora si trova in giro per il web, anche se non si capisce bene il motivo in quanto il mutuo a tasso variabile e rata costante è conveniente ed auspicabile solo in momenti di mercato che mettono in conto previsioni al ribasso, e certamente adesso con le forti tensioni economiche europee e gli spread altalenanti non sembra avere ragin d’essere.

Ricerca con questo strumento le migliori offerte di mutui a rata costante e richiedi un preventivo gratuito e senza impegno.

bilancia_300p250_MOL