I tassi finali dei mutui sono recentemente aumentati complici i sostanziosi rincari degli spread che le banche stanno applicando ai tassi nominali che fortunatamente, almeno quelli, rimangono vicini ai minimi storici; ciò nonostante visto che le commissioni bancarie in alcuni casi arrivano anche al 4%, per chi è in procinto di accendere un mutuo, per cercare di trovare il risparmio l’unica soluzione è quella di esaminare tutte le opportunità disponibili.

Qui entra in gioco internet che negli ultimi anni ha rivoluzionato anche il settore del credito ipotecario, attraverso la nascita dei broker online, due tra i più famosi la Mutuisupermarket e la Mutuionline, che permettono in pochi secondi di confrontare diverse offerte per ogni tipo di finalità, nel nostro caso ci interesseremo a quelli dedicati all’acquisto degli immobili.

Tra le molteplici funzioni di questi portali per richiedere mutui, vi è quella che permette ogni giorno di visualizzare con un solo click le migliori offerte, che ricordiamo essere meglio rappresentate sotto il profilo del costo, dal Taeg, cioè quel tasso che veramente ci interessa conoscere comprensivo di tutte le spese pertinenti a quel determinato mutuo.

I finanziamenti per la casa più convenienti segnalati oggi dai due broker di cui sopra, e regolati a tasso variabile sono rispettivamente quello del Gruppo UBI per la Mutuisupermarket e quello di Ing Direct per la Mutuionline, con Taeg pari al 3,26% il primo e 3,67% il secondo.

Per quanto riguarda invece i mutui a tasso fisso la Mutuionline propone come miglior prodotto quello di BHW con un Taeg del 5,20% mentre il suo concorrente offre ancora un mutuo del Gruppo Ubi con un taeg del 5,12%.

Va ricordato ad onore del vero che i due portali del credito ipotecario differiscono per un aspetto che può incidere sulle condizioni economiche di uno specifico mutuo, e cioè importo della richiesta di mutuo in funzione del valore dell’immobile.

Infatti nel caso della Mutuisupermarket i migliori prodotti vengono calcolati considerando un’importo di euro 140 mila su un valore di 220 mila (quindi poco più del 60%), mentre Mutuionline calcola su 100 mila di erogato ed un valore dell’immobile di 200 mila (cioè il 50%), in entrambi i casi da rimborsare in 20 anni.

Se vuoi saperne di più e richiedere oggi un preventivo gratuito con parere di fattibilità della banca per la tua pratica specifica puoi farlo da QUI oppure inserendo i dati nella pubblicità sopra stante.

bilancia_300p250_MOL