Con la recente manovra finanziaria pubblicata in gazzetta anche i mutui per la casa hanno ricevuto il taglio di turno, e nello specifico si tratta di una riduzione della detrazione sugli interessi passivi dei mutui d’acquisto prima casa.

Ricordiamo che tale detrazione consiste nella possibilità di dedurre dalle imposte fino al 19% degli interessi passivi e delle spese accessorie sostenute per il mutuo.

La situazione era questa fino ad ogg quando è stato stabilito che questo sgravo fiscale per i proprietari di prime case verrà ridotto già del 5% a partire dal 2012 per quanto riguarda il credito, e del 20% dal 2013 in poi per quanto riguarda le spese sostenute per la ristrutturazione (oggi è del 36%).

Che dire in una situazione del paese e dell’Europa tutta, certamente non rosea non sono queste le iniziative che il cittadino vorrebbe vedere, sopratutto considerato che anche il costo dei mutui sta aumentando senza che i tassi d’interesse facciano lo stesso (situazione dovuta al differenziale dei titoli di stato).

bilancia_300p250_MOL