Recentemente le turbulenze economiche dell’eurozona, ma anche quelle americane riguardanti l’allungamento del debito pubblico, stanno mettendo a dura prova tutti coloro che, in questi momenti si trovano a dover scegliere il tipo di mutuo per l’acquisto della casa che li accompagnerà per un percorso che mediamente dura più di 20 anni.

Ma quale è la soluzione a questo stato di perplessità sui mutui? Quale tipo di tasso scegliere, il fisso, il variabile o un tasso misto?

Ovviamente non è possibile dare una risposta che sia sicura ed inoppugnabile al 100% anche perchè nessuno come si dice, ha la sfera magica, e quindi in funzione del tipo di mutuo che si sceglierà si avranno dei vantaggi e svantaggi diversi che potranno anche variare in base all’andamento dei mercati.

Proprio riguardo al trend di mercato che gli economisti prevedono per i prossimi 5 anni, va detto per i comuni mortali, che proobabilmente il mutuo a tasso variabile per questo futuro quinquennio rimarrà comunque meno oneroso del fisso, che notoriamente non espone il mutuatario ai rischi dei mutui indicizzati ma certamente costa di più.

Per quanto riguarda invece la soluzione che potrebbe sembrare ottimale, e cioè quella di optare per un tasso misto o un mutuo con capped rate così da sfruttare ancora questo mezzo decennio di convenienza sul mutuo variabile, è doveroso dire che il concetto di base è giusto, ma che poi all’atto pratico questi mutui così detti con opzione, spesso hanno spread più elevati cioè costano di più.

Comunque a modesto parere di chi scrive l’articolo, il mutuo a tasso variabile andrà ancora per la maggiore nei prossimi anni anche considerato che, nell’ipotesi in cui ci dovessero essere impennate improvvise dei tassi, il mutuatario potrà sempre optare per una surroga a costo zero che permette di cambiare alcune condizioni del contratto precedentemente stipulato incluso il tipo di tasso.

Certo questa operazione provocherà l’aumento immediato della rata (nell’ipotesi in cui non sia possibile allungare il piano d’ammortamento), ma metterà al riparo il mutuatario da ulteriori rialzi; trova ora con questo strumento i migliori mutui a tasso variabile o per surroga disponibili ad agosto 2011.

bilancia_300p250_MOL