I termini previsti per presentare domanda nell’ambito dell’accordo tra Abi (Associazione Bancaria Italiana) e 12 diverse associazioni dei consumatori tra le quali Adiconsum, Cittadinanzattiva, Unione Nazionale dei Consumatori ed altre, che prevede la sospensione del pagamento della rata del mutuo, stanno per scadere e nello specifico ci sarà tempo fino al 31 luglio prossimo, solo altri 15 giorni.

Ricordiamo che tale iniziativa per bloccare il pagamento della rata del mutuo acquisto prima casa era entrata in vigore il primo di febbraio del 2010, poi era stata prorogata fino alla data su detta visto il grande successo che aveva riscosso, dato questo che evidentemente mette in luce le difficoltà delle famiglie italiane che nel 25% dei casi non riesce più a pagare l’importo della rata del mutuo.

Per utilizzare tale agevolazione è necessario avere determinati requisiti, tra i quali: aver stipulato un mutuo per l’acquisto o la costruzione dell’abitazione principale, avere un reddito fino a 40 mila euro annui e che siano intervenute condizioni di particolare gravità (morte, perdita dell’occupazione, non autosufficienza eccetera) nel biennio 2009 2010.

Tali condizioni devono essere verificate da chi di dovere entro e non oltre il 30 giugno del 2011 al fine di poter presentare la domanda nel modo corretto, che ricordiamo possono ancora essere presentate ma solo fino al 31 luglio del 2011.

Infine se non hai i requisiti reddituali o del mutuo per rientrare in questo accordo, ma hai comunque necessità di rivedere in qualche modo le condizioni economiche del contratto puoi sempre provare con una surroga oppure cercare un mutuo di sostituzione che possa ridurre l’importo della rata.

bilancia_300p250_MOL