Accendere un mutuo, non è così difficile come molti credono, anzi con i nuovi strumenti messi a disposizione da internet è diventato anche più semplice, quello che poi è complicato è pagare le rate per una durata media che in Italia supera i venti anni.

Ma come sceglierlo? Certamente per scegliere in modo oculato un finanziamento per l’acquisto della casa, è necessario farsi aiutare da un professionista del settore, ma conoscere almeno i tipi di contratti di mutuo esistenti, può aiutare ad essere maggiormente consapevoli.

Il più classico e conosciuto, è il mutuo a tasso fisso, cioè quel tipo di contratto che prevede per tutta la durata del piano d’ammortamento lo stesso importo della rata; si adatta di solito a lavoratori dipendenti a tempo indeterminato che preferiscono la sicurezza di una rata che non cambia mai, proprio come il loro stipendio.

Poi c’è il mutuo a tasso variabile, si tratta praticamente di quel tipo di contratto che varia l’importo della rata in funzione di un indice di riferimento; sicuramente non adatto a chi percepisce sempre lo stesso reddito, e non segue gli andamenti dei mercati creditizi, può essere invece indicato a quelle persone che si appassionano di economia, ha il vantaggio di essere meno oneroso del tasso fisso, ma ovviamente più rischioso.

Esistono poi prodotti particolari come il mutuo con capped rate, si tratta di un tasso variabile che prevede però l’introduzione di un tetto massimo entro il quale la rata non potrà comunque aumentare anche in presenza di aumenti del costo del denaro. Può essere molto conveniente a patto che l’introduzione del tetto non sia prevista ad un livello di tasso così elevato da inficiare la sua stessa funzione.

Infine abbiamo il mutuo a tasso misto, un prodotto che proprio in momenti come questi può risultare un’ottima soluzione, permette di iniziare il piano d’ammortamento con un tipo di tasso, per esempio variabile, per poi cambiarlo ad intervalli precedentemente previsti nel contratto. Come su detto, oggi in previsione di un trend al rialzo dei tassi d’interesse ma con la consapevolezza che ancora il tasso variabile è molto conveniente rispetto al fisso, un mutuo di questo tipo è sicuramente una buona strada da percorrere.

Se stai cercando un mutuo prova questo strumento, ti permette di confrontare più di 200 diverse soluzioni in pochi secondi, è gratuito puoi anche richiedere una predelibera bancaria per la tua specifica pratica.

bilancia_300p250_MOL