Il mercato dei mutui per la casa nel corso del nuovo anno sta ancora vivendo un momento di stretta e severità da parte delle banche nel selezionare la propria clientela.

I tempi per le istruttorie della pratica sono ancora lunghi ma possono variare in funzione della banca che si sceglie recenti statistiche danno le banche on line come più veloci di quelle tradizionali nel deliberare il credito indispensabile per l’acquisto della casa.

Questa lentezza ovviamente non giova al mercato immobiliare, all’interno del quale le persone che avviano una compravendita sottoscrivendo una proposta d’acquisto (eventualmente vincolata al mutuo) prima di stipulare un preliminare più corposo (comunemente chiamato compromesso nel quale vengono di norma versati un 20-30% del totale) vorrebbe avere la garanzia che il mutuo venga poi erogato, pena il non perfezionamento della compravendita e relativa perdita delle somme versate, se non diversamente previsto dal contratto.

Per quanto riguarda le tipologie di persone che richiedono ed ottengono un mutuo, anche nel 2011 come era facile prevedere la maggior parte delle richieste viene effettuata dagli over 40, che sono in grado di mettere sul piatto una tranquillità reddituale che i giovani a tempo determinato ormai da parecchi anni sognano solamente, e l’unico modo per una giovane coppia di accedere al credito è quello di mettere dei garanti, di solito i genitori.

Sui tipi di tassi da tenere sott’occhio nonostante i recenti aumenti, e le previsioni future che danno ancora ulteriori ritocchi al rialzo, i mutui variabili sembrano ancora preferiti ai fissi sopratutto se si tratta di durate non lunghissime sui 15-20 anni, comunque anche nell’ipotesi in cui non ci si trovi soddisfatti del mutuo stipulato c’è sempre la surroga o la rinegoziazione.

Insomma ancora instabilità ed incertezza per l’anno in corso sotto il profilo immobiliare e creditizio.

bilancia_300p250_MOL