Domani potrebbe essere pubblicato in gazzetta il Decreto sviluppo che contiene anche misure riguardanti l’ennesimo rilancio del nuovo Piano Casa.

In merito a questo l’assessore alle politiche per la casa umbro Stefano Vinti, ha parlato di un ultimo condono per i super ricchi.

Infatti secondo Vinti queste nuove misure che saranno introdotte dal decreto non serviranno affatto a migliorare la situazione abitativa ne del paese ne tanto meno della regione Umbria, ma solo ad aiutare chi la casa già la possiede.

Sempre secondo l’Assessore queste nuove norme che da un lato permettono di ottenere il permesso di costruire con il meccanismo del silenzio assenso e semplificano l’applicazione della Scia in edilizia, e dall’altro obbligano le regioni a rendere possibili ampliamenti del 20% e del 10% (a seconda se residenziale o no) nell’ambito d’interventi volti alla riqualificazione energetica dell’edificio, potrebbero portare ad una nuova colata di cemento.

Quello che invece servirebbe è una vera politica abitativa, ad oggi secondo Ance il fabbisogno di alloggi nel nostro paese ammonta a circa 350 mila unità.

bilancia_300p250_MOL