Passato il termine ultimo per le dichiarazioni spontanee all’Agenzia del Territorio di tutti quegli immobili cosi detti fantasma, verrà avviata la procedura di attribuzione delle rendite presunte, che insieme a quelle definitive produranno effetti fiscali a partire dal 2007.

Ovviamente per chi non avesse adempiuto alla dichiarazione in tempo ci saranno da corrispondere oltre che gli oneri per l’espletamento della pratica anche delle sanzioni.

Con una recente circolare la 4/2011 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’inasprimento delle sanzioni a norma del decreto Legislativo 23/2011 sul federalismo fiscale, quadruplichi tali sanzioni, ma soltanto per quegli interventi irregolari effettuati dopo il 1 maggio, fino a questa data infatti le sanzioni saranno da corrispondere come già previsto.

Quindi per tutte quelle irregolarità commesse dopo il 1 maggio si passa da un minimo di 258 euro a 1032, fino ad un massimo che passa da 2066 a 8264 euro.

Da notare infine che nelle operazioni di applicazione delle rendite presunte tutti quegli immobili che presentino anche violazioni sotto il profilo urbanistico, verranno esaminati in seguito, pertanto si potrebbe anche pensare che gli edifici riconosciuti come abusivi possano anche essere demoliti.

bilancia_300p250_MOL