Continuano come sempre puntuali i corsi di aggiornamento per i professionisti del real estate organizzati dalla Fiaip di Bergamo volti al miglioramento della professionalità dell’operatore in linea con gli standard europei della norma UNI EN 15733, che racchiude tutte quelle che devono essere le competenze del mediatore per poter operare nell’ambito europeo offrendo al cliente un servizio sempre migliore e qualificato.

Nell’ultimo incontro svoltosi nella sede provinciale di via Milano i tre argomenti principali trattati sono stati la detrazione del 55% sulle opere volte alla riqualificazione energetica degli edifici, argomento di grande rilevanza in un momento della storia dove il risparmio energetico nell’edilizia sta diventando un “must” anche se in italia siamo ancora ben lontani dalla totale riqualificazione energetica, ed infatti solo ad una piccola parte del patrimonio immobiliare esistente può essere attribuita una classe energetica A o B, cioè di buona qualità.

Il secondo dibattito ha riguardato un argomento sempre attuale, e cioè il diritto del mediatore ad esigere la provvigione, regolato dall’articolo 1755 del codice civile, che va comunque corrisposta all’agente nel caso in cui l’affare si sia concluso per effetto del suo intervento non avendo rilevanza la forma data all’incarico di vendita. In merito a questo sarebbe auspicabile entrare in sintonia con la norma europea Uni 15733, che vede invece nell’incarico di vendita scritto un mezzo per evitare equivoci con il consumatore.

Infino terzo argomento anch’esso attuale ed importante, il nuovo obbligo di inserire negli annunci commerciali di vendita e locazione nella regione Lombardia (ma dall’anno prossimo sarà valido per tutta Italia) l’indice di prestazione energetica riportato nella relativa certificazione, pena una sanzione che va da 1000 a 5000 euro, applicabile a chi è responsabile dell’annuncio, e cioè l’agenzia immobiliare, nel caso ve ne sia una che interviene.

Nell’ambito di questa situazione il presidente Giuliano Olivati ha ribadito quanto sia necessario rendere la detrazione del 55% permanete proprio in vista di un maggiore interesse dei cittadini a riqualificare il proprio immobile per renderlo più competitivo sul mercato.

bilancia_300p250_MOL