Dopo aver sollevato un bel polverone nel nostro paese, il decreto per la rimodulazione degli incentivi al fotovoltaico, desta perplessità anche all’estero.

Infatti recentemente alcune società attive nel settore del solare fotovoltaico (tra le quali Akuo Energy, Martifer Solar, Aes Solar Energy ed altre), hanno inviato una lettera al governo dove viene chiaramente esplicitato che il decreto così come costituito ora, non va bene in quanto viola alcuni punti del Trattato sulla Carta dell’Energia stipulato a Lisbona il 17 dicembre 1994.

Nello specifico le società fanno riferimento ad una norma che così redatta di fatto viola l’articolo 10 del su detto Trattato (Promozione e tutela degli investimenti), non garantendo gli investimenti già in essere, e peggiorando la situazione delle rinnovabili, agendo anche con modalità retroattive.

Intanto altri operatori del settore energia pulita (Photovoltaic Operators Investors) hanno già intrapreso un’azione legale nei confronti dell’Italia contro la bozza del Quarto Conto Energia.