Nel suo libro “Breve storia dell’abuso edilizio in Italia” il docente di urbanistica di Roma non chè consigliere del Wwf Paolo Berdini, fa un quadro generale dell’abusivismo nel nostro paese dagli anni 50 ad oggi.

Dal 1948 fino ai giorni nostri, si sono compiuti circa 4 milioni e mezzo di irregolarità edilizie, e questo significa più di 74 mila ogni, circa 200 al giorno.

La situazione ovviamente la dice lunga sul fallimento del sistema stato che ha visto nel corso di più di mezzo secolo la totale sconfitta in termini di vigilanza sul territorio, atta a permettere un suo sviluppo non selvaggio e nel rispetto dell’pambiente e dei beni culturali.

A dare man forte a questa “sconfitta” vi sono i tre condoni effettuati in 26 anni, l’ultimo recentemente nel 2003, nemmeno giustificabili sotto un punto di vista economico delle entrate statali, anche perchè statisticamente il rapporto incasso spese servizi è di uno a 5, quindi 100 euro incassati, 500 spesi, bell’affare.

Per acquistare il libro ecco il link

bilancia_300p250_MOL