Recentemente è stato pubblicato nella regione Sicilia il Decreto dirigenziale 03/03/2011 contenete norme sulla certificazione energetica degli edifici.

Con tale decreto si stabiliscono diveri punti in materia di certificazione energetica, tra i quali: le modalità con cui va redatta la certificazione e il relativo metodo di calcolo della prestazione energetica vanno effettuate in riferimento al Decreto legislativo 192/2005 ed alle linne guida nazionali stabilite nel Decreto ministeriale del 26/06/2009.

Nell’eventualità di atti di compravendita o locazione la parte venditrice o locataria deve produrre la certificazione in tempo utile così da poterla allegare ai relativi atti a titolo oneroso, ma c’è anche la possibilità per edifici fino a 100 metri quadrati di ottemperare a tale obbligo attraverso un’autodichiarazione del proprietario dalla quale si evince che l’edificio può considerresi di classe energetica G e che quindi i consumi energetici sono molto elevati.

Sarà istituito un registro che conterrà tutti i dati riguardanti i soggetti abilitatì al rilascio della certificazione non che i dati sugli attestati e sulle autodichiarazioni, inoltre sugli edifici dotati del su detto certificato sarà applicata una targa riportante la classe energetica indicata nella certificazione, che andrà aggiornata ogni volta che vengono effettuati sull’edificio interventi che ne modifichino la prestazione energetica, e comunque passati dieci anni dalla sua redazione andrà di nuovo aggiornato anche in mancanza degli interventi di cui sopra.

Il testo in gazzetta a questo indirizzo.